Bellissima prova della squadra di Mauro Palli, oggi sostituito da Sassano perché squalificato

Termoli Pallavolo - Laborvetro volley CB. Finale : 3-0 (25-20 / 25-12 / 25-10). TERMOLI - Avevamo preannunciato una Laborvetro in buone condizioni ed in qualche modo potenzialmente pericolosa, ma siamo stati smentiti dai "nostri": Termoli ha dominato in lungo e largo, concedendo agli avversari solo un vantaggio, sebbene consistente, nella prima parte del primo set. Gli ospiti erano infatti avanti di ben 7 punti (2 - 9), evidentemente frutto anche di una sorta di torpore dei padroni di casa collegato agli strascichi della sconfitta interna, grottesca più che rocambolesca con un 2 - 3 che ancora urla vendetta, subita contro Alba. Dopo di che, addosso ai campobassani è piovuto un break da incubo, con il quale Termoli è arrivata a 13 - 10, e su di loro è calata la notte fonda. Seconda e terza frazione sono state senza storia, con il punteggio che parla da solo. C'è stata una superiorità evidente e totale della squadra di Mauro Palli, che per via della squalifica ha lasciato panca e "microfono" a Dino Sassano che ha condotto da par suo. Sempre bene al muro, nella fase di attacco Diego Celebre, Costantino Palli e Nicola Bilanzone hanno demolito i dirimpettai, con gli altri compatti a difendere bene e servire anche meglio che in altre occasioni. Tanta grinta, una rabbia nata dalla voglia di dimostrare che l'ultima sconfitta era stata ingiusta e una buona precisione nel gioco: ingredienti che hanno schiantato la Laborvetro. In classifica Termoli è salita a quota 20 e la Bellucci L'Aquila è ora a 4 punti di distacco dopo la sconfitta di Paglieta. Il quinto posto per ora è tenuto tra le mani ben saldo e questo è molto importante, al di là della quasi matematica impossibilità di arrivare ai Play off. Prossimo turno sabato 17 febbraio ad Ortona, contro l'ultima in classifica. Una bella occasione per fare un ulteriore passo avanti. Intanto si vinca, nell'attesa di conoscere i risultati della Pallavolo Alba. Con una vittoria in quel maledetto scontro diretto oggi racconteremmo una storia molto diversa per la classifica. Resta un lumicino "matematico" di speranza, vedremo... Bravi, ragazzi. 13 / 02 / 2018

Ultimi aggiornamenti


 


22 / 02 / 2016