Goalball serie A, solo sconfitte per l’Avellino, una vittoria per il Napoli “B”

CAMPOBASSO – La trasferta bergamasca per la formazione della Nuova Realtà campana Avellino di Giuseppe Vitale ha fortemente risentito dell’assenza del tecnico Gianfranco Ruggiero, la cui figura nel goalball ha un peso notevole visto che può interagire con la squadra anche durante le fasi di gioco dove la palla è fuori dal campo, a differenza del torball. “Malgrado tutto abbiamo perso due partite di misura, per episodi, mentre con il Bergamo A il dislivello tecnico è troppo ampio al momento per competere – ha rimarcato Vitale –“. Nota simpatica: Giuseppe Vitale è stato scelto per un controllo anti dopping, questo a conferma della considerazione della disciplina sportiva e del paritetico rispetto con altre discipline Olimpiche. “Ottimo il morale, bella trasferta in camper anche se con piccolo imprevisto per uno scoppio di una gomma in fase di sorpasso, ma tutto bene. Mega grigliata in campeggio con tutte le altre squadre ed alcuni arbitri, a sottolineare il clima di fraternità che aleggia nella grande famiglia del goalball italiano. Un vero e proprio terzo tempo che ha messo ancora una volta in luce il valore squisitamente formativo e morale dello sport inteso con la “S” maiuscola. Destino molto simile anche quello della compagine del Colosimo Napoli “B” che nella trasferta a Bolzano ha rimediato una sola vittoria contro i padroni di casa. Enzo Iafrancesco e compagni hanno avuto vita difficile contro avversari che si sono dimostrati sul campo davvero agguerriti. Per la cronaca nei match disputati a Bergamo nuovo exploit della capolista Asd Omero A che rafforza il primato vincendo 5 partite su 5. Stesso rendimento per il Colosimo A che si mette in evidenza a Bolzano conquistando 5 successi. Bene anche l'Italia Under 22 (3 vittorie e 2 sconfitte): una conferma dei grandi progressi mostrati dagli azzurrini negli ultimi mesi e nei primi due turni di campionato. 14 / 05 / 2018

Ultimi aggiornamenti


 


22 / 02 / 2016